Corriere Canadese

Meteo

Cloudy

0°C

Toronto

Cloudy

Humidity: 78%

Wind: 22.53 km/h

Headlines

25 Mar 2017
05:00PM -
Club Pelmo Italiano Anziani
25 Mar 2017
06:00PM -
L’Associazione Bersaglieri di Toronto
26 Mar 2017
03:00PM -
Columbus Concert Band
01 Apr 2017
06:30AM -
Valle del Savuto Social Club
01 Apr 2017
07:00PM -
Marano Marchesato Social Club
22 Apr 2017
06:00PM -
L’associazione Nazionale della Polizia di Stato
29 Apr 2017
06:00PM -
L’associazione San Vito Martire
08 Jun 2017
11:00AM -
Associazione Santa Francesca Romana di Veroli
 
TORONTO - Svegliatevi. Le vostre politiche sull’immigrazione stanno danneggiando l’economia locale. 
Ma con chi vi consultate prima di decidere chi dovrà venire in Canada o chi escludere? Non sembra che voi abbiate un piano, e state invitando persone senza pensare come integrarle nella struttura della società canadese, come abbiamo imparato a conoscerla. Voi state mettendo in pericolo un’industria che è 100% canadese.
È iniziata in questo modo la conversazione a pranzo con un prominente sviluppatore/costruttore/imprenditore. Ha iniziato la sua attività in questo settore lavorativo in questo Paese - creando decine di migliaia di posti di lavoro e donando milioni in attività filantropiche - quando ancora l’attuale (e il precedente) primo ministro non era ancora nato…insomma…
“Le vostre politiche stanno affogando il motore dell’economia del Sud Ontario; il settore edilizia”, ha detto, con l’enfasi di chi vive la miriade di complesse attività economiche interdipendenti che si sviluppano in una industria delle costruzioni sana.
I miei tentativi di chiarire il fatto che io fossi un ex, e non corrente, membro del governo non hanno avuto successo. “Non startene sulla difensiva; tu hai l’obbligo di fare luce sulle conseguenze delle politiche del tuo partito”, lui ha detto, “non fuggire dalle tue responsabilità, troppe famiglie dipendono da questo”.
Lui era frustrato e arrabbiato. Siamo rimasti d’accordo che avremmo continuato a patto che nell’articolo non facessi poi il suo nome. Ma poi e diventato un vero e proprio fiume in piena di fatti, numeri, circostanze, impatti di politiche federali e provinciali. Mi ha anche promesso di fornirmi un memo, in confidenza, che riassumesse “la ramanzina”. Lo ho ricevuto il giorno dopo.
L’industria dell’edilizia abitativa è direttamente responsabile per il 26% del settore della produzione di beni in Ontario. E questo senza contare l’effetto moltiplicatore sui sotto settori industriali dipendenti come quello dell’arredamento, degli elettrodomestici, delle utilities, dei servizi connessi, delle strade, dei trasporti eccetera.
Ancora, “le vostre politiche sull’immigrazione poco lungimiranti faranno crollare il mercato”, diceva con una fermezza che invocava un’azione risolutrice.
“Non fraintendermi, il Canada ha bisogno di gente, di persone con talento e ambizione. La mia industria ha bisogno di gente, altrimenti non saremmo più in attività. Ma dei 240mila residenti permanenti giunti lo scorso anno, quanti di questi erano muratori? Quanti carpentieri?”.
Sin da quando ho iniziato questa attività più di mezzo secolo fa, non ho “mai visto una tale scarsità di lavoratori specializzati in questo settore”, ha aggiunto. Mettititi a guidare e va dove vuoi nella GTHA, e vedrai migliaia di case che hanno bisogno di chi mette i mattoni, di falegnami, eccetera”.
L’attività si sviluppa sulle prevendite, ma se i lavoratori specializzati non sono disponibili, le chiusure d’acquisto sono rimandate. Vengono così applicare multe e assicurazioni. Un mercato già caotico è tenuto in ostaggio dalla mancanza di lavoratori in un mercato dove si guadagna bene.
“Siamo stati costretto a fermare le vendite”, dice il nostro costruttore, “perché non abbiamo abbastanza lavoratori qualificati per costruire le case che abbiamo venduto”. Nessuno è in grado di anticipare quale saranno i prezzi tra un anno, quindi non si puo’ nemmeno azzardare un budget.
Un cinico potrebbe anche dire, ebbene? Ma se lui e altri come lui non hanno abbastanza lavoratori, non possono costruire. Cosi’ questo diventa un nostro problema.
 

About the Author

Joseph Volpe

Joseph Volpe

More articles from this author

Viaggiate con noi

  • Viaggi
    Photos - Luciano Lista (c) - tourcentral.ca

    The San Bruno Association & NARAT Inc. present:

    History, Art, Gastronomy, Culture, Beaches & Mountains!

    Discover Calabria 2017 – A Guided Tour

    9 Days!!           June 27 - July 5
    More Information:  Luciano:  (416) 795-5663 -- llista@narat.org 
    TICO Reg. 50015192 -- NARAT INC. 250 Consumers Road, Suite 709 – Toronto, ON – M2J 4V6  -- 1877-BY-NARAT (296-2728).

In The News

Un'immagine dell'attentato di mercoledì

LONDRA - L’attentatore di Londra, ucciso dalla polizia, era uno dei “soldati del califfato”: si chiamava Khalid Masood, era di origine britannica e aveva 52 anni. Lo riferisce Scotland Yard, aggiungendo che l’uomo aveva precedenti penali per aggressione e altri reati.

Corriere Canadese

Admin info

La Vignetta di YNot

24 Mar 2017 07:39 - Ynot
Mondo Cane

Le VignetteRead more...

Le Notizie

Casa Sana Importing

Lido Constr V

la lombardi ad

Annunci Necrologi

La Scheda di Oggi

24 Mar 2017 07:32 - Corriere Canadese
La manovra del governo Trudeau

Le SchedeRead more...
  • “Cafone” continua a far discutere

    Nota dell’editore.
     
    Molto interessante il riferimento
    alla fune [nella lettera al direttore di Alerto Milan] .
    Ricorda una prassi che
    addirittura è in uso da noi a Toronto, con gli
    alunni delle
    ...
  • Berlusconi, Renzi and others also called “Cafoni”

    TORONTO - “Mr. Presidente, you are a Cafone”.
     
    That’s how Gad Lerner – journalist, writer and noted Italian intellectual – characterized Silvio Berlusconi on live TV, January 24, 2011. The then Prime Minister, then embroiled in the Bunga Bunga scandal had called into the program to berate the
    ...
  • «Corriere is wrong in the use of the word “Cafone”»

    Rocco Galati
     
    TORONTO - I read with naked dismay, disdain, and disgust the editorial of March 20th, 2017 with respect to “Cafone-in-Chief” and the “cafonesco (“uncultured peasant behaviour”).
     
    The reason for my reaction? Your paper’s delighting in the phrase and reference coined by Mr. Zucconi.
     
    As a person
    ...
  • Cafone-in-chief

    Cafone-in-chief.  Webster’s Dictionary will have to add this new word to the American Language, thanks to Vittorio Zucconi, journalist for la Repubblica, now resident in Washington D.C.

    He had to dig really deep to come up with a “different” word to describe the latest gaffe or unexplainable deed or

    ...
  • New rules for automakers: innovate, cheat or change the law

    The Hon. Joe Volpe, Publisher
     
    TORONTO - The British were delivered a dose of humility when General Motors dumped their iconic domestic cars Opel and Vauxhall … to the French-Chinese conglomerate Peugeot SPA. Anti-Brexiters see this as a first sign that British goods will have a tough time entering the
    ...
  • Auto politics makes for strange bedfellows

    The Honourable Joe Volpe, Publisher
     
    TORONTO - Monday, March 14, Peugeot SPA, a French auto giant, closed a deal to acquire Opel (Europe) and Vauxhall (Britain) from General Motors. With it, Peugeot becomes the second largest automaker in Europe.
     
    The move will not have caught either VW or FCA by
    ...

Advertise Online

A collection of our Vignettes

GO >>> Vignettes Showcase >>>

you go ad

udi ad

GTA Law