Corriere Canadese

TORONTO - Lasciare il sangue sul ghiaccio non è bastato. I Leafs in gara 4 hanno pagato lo scotto alla grandezza del Washington e ora la serie è diventata al meglio di tre. 
Si ricomincia questa sera nel cortile di Trump, poi domenica di nuovo sotto la torre; l’eventuale bella è prevista per martedì a Washinghton. Nelle prime tre partite gli sbarbatelli di Toronto hanno buttato sul ghiaccio quella furia agonistica che spesso annulla, o riduce il gap, tra le squadre piccole e le grandi. E nelle prime tre gare i Leafs ci sono riusciti. Però si sono illusi di per competere alla pari con Ovechkin e soci. 
«Per la prima volta siamo scesi in campo senza avere paura di loro», ha detto coach Babckok. Il peccato di presunzione è costato carissimo. Per la prima volta nella serie il Washington ha dominato grazie and partenza mostruosa che nel primo periodo ha permesso di realizzare quattro teri, con Oshie, Ovechkin (in powerplay) e la doppietta di uno scatenato Tom Wilson. I Leafs rialzano la testa nel periodo intermedio con Van Riemsdyk e, nel terzo tempo, con il golden boy Matthews. Poi però Oshie riporta a due il vantaggio e il gol di Bozak arriverà a 27 secondi dalla fine, troppo tardi per completare il miracolo.
Ora si tratta di ritrovare l’agonismo e la determinazione perduta.
Ottawa si porta sul 3-1 - L’Ottawa è a una vittoria dall’eliminare il Boston. I Senators hanno vinto gara 4 in casa dei Bruins per 1-0, rete di Bobby Ryan.
Calgary eliminato con capotto - Anaheim è la prima squadra ad aver superato il primo turno con quattro vittorie secche. Il Calgary, per contro, è la prima delle cinque squadra canadesi ad uscire dal palyoff.
 

About the Author

Nicola Sparano

Nicola Sparano

More articles from this author